Emulsione – come imparare a conoscerla

Questo articolo vuole essere una guida semplice ed efficace per imparare a conoscere e compredere l’emulsione in cosmetica e come utilizzarla. Cercherò di spiegarti il procedimento nel modo più semplicie possibile, frutto dei miei studi e sperimentazioni, per così scegliere da sola quale emulsionante è il più adatto a te.

Prima di iniziare voglio dirti che le informazioni che andrai a leggere qui di seguito sono frutto dalla mia esperienza individuale e non hanno la pretesa di essere definitive. Il mio intento è quello di rendere il post il più semplice possibile portandovi a sperimentare ma soprattutto a non dare niente per scontato, inoltre i seguenti post potrebbero non essere completi di tutte le informazioni e di tanto in tanto vengono aggiornati per integrare informazioni date dalla mia esperienza ma anche da consigli esterni da parte di esperti. Detto questo iniziamo!

COS’È UN EMULSIONE?

Per iniziare dobbiamo mettere in chiaro che cos’è un emulsione.

L’emulsione è una fase molto delicata perchè influenza la consistenza e stabilità della tua crema.

Iniziamo con il dire che una crema è composta principalmente da una fase acquosa o da una fase grassa. Come sappiamo acqua e olio non sono miscibili tra loro perchè hanno una densità molto diversa. L’unico modo per legarli è agitarli insieme vigorosamente in modo tale da frammentare le due sostanze in piccole gocce, permettendo così il legame. Questo si ottiene grazie ad energia termica, ponendo le due fasi a bagno maria caldo, e ad energia meccanica, in questo caso grazie con un frullatore ad immersione.

Manca ancora qualcosa

Una sostanza che sia in grado di stabilizzare il composto.

Per far ciò dobbiamo utilizzare degli agenti emulsionanti, chiamati sostanze tensioattive, che permettono di stabilizzare il legame tra la fase acquosa e la fase grassa.

La scelta dell’emulsinante dipende da te, non ci resta che scoprire insieme qual’è il pù adatto.

LA MIA ESPERIENZA E SPERIMENTAZIONE

L’inizio della sperimentazione

Nei primi mesi di sperimentazione mi sono imbattuta nell’Olivem 1000, essenzialmente estratto dall’olio di oliva. Questo emulsionante è molto facile da usare e non richiede procedure particolari, bisogna discioglierlo nel bagno maria caldo insieme alla fase grassa. Inoltre è ottimo per la pelle perchè sfrutta le proprietà idratanti e protettive dell’olio d’oliva. Utilizzando questo emulsionante ottengo delle creme dalla consistenza e texture simile alla panna.

Ho adoperato per molto tempo l’olivem 1000, che mi ha permesso di sperimentare facilmente l’emulsione. Dopodiché ho cominciato a chiedermi cosa potevo utilizzare di diverso e come facevano una volta per emulsionare una crema.

Informandomi e chiedendo in giro ho scoperto… la Cera d’Api

Ho sempre utilizzato questa materia prima, ma non credevo potesse essere utilizzata come emulsionante. Veniva usata dagli antichi greci e viene usata tuttora in queste valli.

La cera d’api per funzionare da stablizzatore necessità di una percentuale più elevata di grassi rispetto ad una crema normale (60% grassi 20% acqua).

La fase grassa e la fase acquosa devono avere la stessa temperatura altrimenti l’emulsione non avviene. Dal procedimento si ottiene una crema molto oleosa, oggi chiamata Cold Cream. L’aspetto risulta essere quello di una pomata cremosa, ideale per un idratazione profonda.

Traggo molto beneficio dalle creme preparate in questo modo e penso che sia la soluzione migliore per chi vuole ottenere qualcosa di completamente naturale.

Preseguendo le mie sperimentazioni mi sono resa conto che a molti, al contrario di me, non piaceva la sensazione che lasciava sulla pelle soprattutto in estate così ho cercato di trovare una soluzione che unisse il naturale con il pratico.

Emulsionare con la lecitina di Soia

Che cos’è?

La lecitina di soia è una polvere gialla derivata dalla lavorazione dei fagioli di soia, non molto conosciuta tra i monti della Valle d’Aosta. Si utilizza in cosmesi in forma di polvere disidratata. Sulla pelle ha ottime proprietà idratanti e aiuta, anch’essa, a ripristinare l’elasticità cutanea.


Io utilizzo questo preparato

Ricetta emulsione con lecitina di soia

Ingredienti: 40g di Olio di Oliva, 30g di lecitina di Soia.

Preparazione: Pesare olio e lecitina separatamente; Tritare in polvere la lecitina; Unire polvere e olio mescolando bene con un cucchiaio; Aggiungere l’olio fino a raggiungere una consistenza cremosa; Conservare il preparato in frigo o in un luogo fresco.

La ricetta unisce le proprietà dell’olio d’oliva con quelle della lecitina di soia.

Per utilizzare il preparato basterà un cucchiaino, per 50ml di crema, fatto disciogliere nella fase grassa a bagno maria oppure inserito nella crema dopo l’emulsione in fase di raffreddamento.

La crema risulterà essere più fluida rispetto al normale. Inoltre puoi usare il preparato singolarmente da applicare su ferite ed eritemi. In caso di emergenza, aiuterà una più veloce ciccatrizzazione e guarigione.

Consiglio di Parvati

Detto ciò per scegliere il tuo emulsionante consiglio di basarti sui tuoi bisogni e desideri ma sopratutto sulla tua esperienza. Chiediti quale consistenza vuoi ottenere, come vuoi che la tua pelle appaia e che sensazione vuoi assaporare quando applicherai il prodotto sul viso, corpo e mani.

Se ti farai queste domande sicuramente riuscirai a trovare l’emulsionante adatto a te.

Buona ricerca e sperimentazione.

PARVATI

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami