Rosa Canina – Dioniso e la sua splendida rosa

“Senza riguardo per il fascino del suo fiore che scintilla fra i cespugli come una stella in una seta preziosa, impregnato di un aroma fine e discreto, né per la grazie robusta del suo frutto, armoniosamente contornato e rivestito da una scintillante corazza di corallo, i botanici greci, così sensibili alle bellezze della natura, non hanno trovato per designare questa pianta altro termine che quello di kunorodon la cui traduzione latina è rosa canina”

Leclerc, famoso medico fitoterapeuta francese

Le origini della Rosa Canina

La Rosa canina è una pianta preistorica e prende le prime fonti storiche dall’antica grecia. Una leggenda narra che Dioniso si invaghì di una ninfa e tentò di conquistarla. La ninfa terrorizzata fuggì finché non inciampò in un cespuglio. Provò più volte a rialzarsi ma il dio la raggiunse. Consumato l’atto, Dioniso, soddisfatto per l’impresa, non esitò a ringraziare il cespuglio trasformandolo in una rosa con splendidi fiori di un delicato color rosato, il colore delle guance della ninfa conquistata.

Questa pianta prende il suo singolare nome da un’antica credenza. Plinio il Vecchio credeva che fosse un rimedio contro la rabbia trasmessa dal morso dei cani. Le spine dell’arbusto, infatti, erano paragonate alle zanne affilate di un cane ed era pertanto logico stabilire una relazione tra il graffio provocato dalla pianta e i morsi di un cane. Secondo questa credenza, nel 1700 Linneo, il naturalista svedese fondatore della moderna sistematica botanica e zoologica, attribuì a questa rosa lappellativo ‘canina’.

Proprietà

Andiamo ad analizzare quali secondo me sono le proprietà da prendere in considerazione per il nostro benessere fisico.

Vitamina A, proprietà rigeneranti

La vitamina A, presente all’interno del frutto, è in grado di aiutare la ristrutturazione dei tessuti.

In caso di lesioni cutanee causate da cicatrici e acne, una pomata o un unguento a base di Oleolito di Rosa Canina sarebbe l’ideale per facilitare la rigenerazione cellulare.

Proprietà tonificanti

L’olio di rosa canina possiede proprietà elasticizzanti, indicato in caso di pelle ustionata dal sole, di pelle disidratata e secca;

Proprietà riequilibranti

Grazie alla presenza di tannini svolge un’azione astringente. L’acqua di rosa canina è ideale come tonico, da usarsi dopo la detersione del viso per ripristinare il film idrolipidico e riequilibrare la pelle.

Proprietà antiossidanti

Grazie alla presenza di vitamina A, C ed E , l’olio di Rosa Canina è un ottimo fitocosmetico antirughe, può essere aggiunto alla crema da giorno o da notte utilizzata per potenziarne l’effetto.

Consiglio di Parvati

Provate anche voi questa ricetta molto semplice per testare sulla vostra pelle questa meravigliosa pianta.

Maschera tonificante alla Rosa Canina

Rosa Canina Maschera

Ingredienti

1 cucchiaio di argilla verde, 1 cucchiaio di fecola di patate, 1 cucchiaio di olio di oliva, acqua di rosa canina, 5 gocce di succo di limone.

Preparazione

Unire l’argilla alla fecola di patate mescolando. Aggiungere l’olio di oliva, il succo di limone e per ultimo l’acqua di rosa canina nella quantità adeguata per ottenere una pasta omogenea della giusta consistenza.

Caratteristiche

L’azione energizzante della vitamina c e dei bioflavonoidi della rosa canina e del limone hanno un effetto benefico sulla pelle che diventa più tonica e luminosa. L’impiego regolare produce un effetto rassodante poichè la vitamina C stimola la produzione del collagene che sostiene la pelle.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami