Sapone Artigianale – Iniziamo dalle basi

Iniziamo la sezione dei Saponi Artigianali. Ho voluto suddividere questo argomento in più articoli per spiegare nel miglior modo possibile tutti i passaggi da sapere per creare un sapone artigianale.

Prima di iniziare voglio dirti che le informazioni che andrai a leggere qui di seguito sono frutto dalla mia esperienza individuale e non hanno la pretesa di essere definitive. Il mio intento è quello di rendere il post il più semplice possibile portandovi a sperimentare ma soprattutto a non dare niente per scontato, inoltre i seguenti post potrebbero non essere completi di tutte le informazioni e di tanto in tanto vengono aggiornati per integrare informazioni date dalla mia esperienza ma anche da consigli esterni da parte di esperti. Detto questo iniziamo!

Cominciamo a vedere com’è nato il Sapone

Il sapone prima del novencento veniva prodotto mescolando del grasso animale con una soluzione di acqua e cenere di legni duri, chiamata liscivia. Gli scarti di grasso animale venivano messi in un pentolone e portati a abollizione insieme alla liscivia. Da questo procedimento si otteneva un ottimo sapone con un alto potere lavante, dall’odore intenso, e decisamente poco delicato per pelle. Al giorno d’oggi questo tipo di sapone si presta molto bene come detersivo.


Curiosità – cos’è la liscivia?

Come vedremo più avanti senza alcalini non può avvenire il processo di saponificazione. All’inizio le sostanze alcalini si ottenevano con le ceneri delle piante sciote in acqua formando una soluzione scivolosa al tatto. Questa sostanza chiamata liscivia può svolgere, nella reazione della saponificazione , lo stesso compito dell’idrossido di sodio e potassio. La liscivia deve essere maneggiata con le dovute precauzioni, non conoscendo il suo grado di purezza il risultato della saponificazione può risultare incerta.


Più avanti nel tempo è stata abbandonata la liscivia per usare la famosa, soda caustica. Così si otteneva un sapone più compatto e meno corrosivo sulla pelle.

Come si ottiene un sapone artigianale e cosa lo rende tale?

Per questo dobbiamo andare più nel dettaglio ed è necessaria una spiegazione decisamente più tecnica. Il sapone è un sale carbossilico di sodio o di potassio, insieme alla glicerina nasce dalla scomposizione dei grassi per mezzo di una soluzione basica.

Quando creiamo un sapone inneschiamo una reazione chimica capace di trasformare le materie prime iniziali, in qualcosa di completamente diverso. Le sostanze grasse che compongono il sapone sono costituite da tre catene di acidi grassi tenuti insieme da una molecola di glicerolo. Il sapone si ottiene rompendo il legame fra la molecola di glicerolo e le tre molecole di acidi grassi, mediante una sostanza fortemente alcalina. La soluzione caustica rompe la molecola originaria per creare due stostanze diverse: una molecola di glicerina e tre molecole del sale di acido grasso, il sapone.

Perchè scegliere un sapone artigianale?

Da questa breve spiegazione e piccola infarinatura, sul cercare di capire cos’è esattamente un sapone, voglio aggiungere un piccolo dettaglio che rende il sapone artigianale ancora più prezioso e indispensabile. Quando si realizza o si acquista un sapone di questo tipo, bisogna tenere a mente che all’interno vengono utilizzate solamente materie prime naturali. Per questo il sapone artigianale è estremamente biodegradabile e le sostanze residue della degradazione non sono assolutamente tossiche. Ecco perchè utilizzare un prodotto di questo tipo può essere una grandiosa scoperta!

In Breve…

In questo articolo ho voluto darvi un assaggio e leggere spiegazione. Nei giorni seguenti pubblicherò ulteriori articoli per completare la descrizione di questo fantastico mondo.
Capisco che spiegare e leggere argomenti troppo tecnici può essere noioso, per questo di tanto in tanto tra una spiegazione e l’altra pubblicherò alcune ricette semplici per cominciare a capire in pratica come funziona la saponificazione.
Rimate aggiornate e grazie per l’attenzione.
Parvati.

0 0 vote
Article Rating

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments