Scopriamo insieme – Timo montano

Caro lettore, quest’oggi voglio proporti un approfondimento sull’erba officinale anche conosciuta come Timo montano.

Timo montano

Pochi giorni fà, stavo facendo la mia solita passeggiata mattutina. Il sole splendeva alto nel cielo e l’aria era estremamente pura. Qui da me c’è ancora molta neve, per questo sono stata costretta a utilizzare le ciaspole per farmi strada in mezzo al bosco.

Il luogo in cui mi trovavo, era una pineta che in estate è piena di erbe officinali e fiori profumatissimi, in cui sono solita a recarmi proprio per questo motivo. In inverno, ovviamente, l’enorme varietà di erbe non c’è a causa della neve e del freddo . Ma in un angolo assolato sopra un muretto di pietra, avvicinandomi, ho notato un piccolo cespuglio di timo montano. Le foglie erano molto piccole e profumate, i rametti ancora secchi. Ho voluto liberare dalla neve le ultime sporgenze di quest’ultima.

Quindi ecco perchè ho voluto scrivere questo articolo, il modo in cui l’ho trovato ma soprattutto la stagione, mi ha spinta a prenderlo come un segno e così cimentarmi nel raccontarvi di questa superba erba officinale.

Per iniziare cerchiamo di fare una breve scheda per approndire al meglio le sue origini

Timo montano Famiglia delle Lamiaceae

Periodo della fioritura: maggio/settembre

Gli ambienti preferiti di questa pianta sono i terreni aridi sassosi e soleggiati, per questo motivo la si può trovare facilmente in montagna, in pianura ma anche in prossimità del mare.

Il suo significato è molto singolare ma anche pregno di storia e cultura. Il nome deriva dal greco thyo, “fare sacrifici”. Il termine è nato perché gli antichi la utilizzavano da bruciare in rituali propiziatori. Inoltre, numerose erano e sono le sue virtù, delle quale i romani e i greci si resero conto, per questo ne facevano largo uso sia per la consevazione dei cibi sia per rimedi pratici. Per esempio in epoca romana veniva utilizzata per il mal di testa, o bruciata per allontanare insetti e infezioni.

Venivano inoltre creati degli unguenti aromatizzati per infondere forza e coraggio ai guerrieri o ai lottatori prima di battaglie e incontri. All’interno delle saune e bagni turchi, spesso venivano messi dei ramoscelli di timo per godere così delle proprietà espettoranti della pianta e migliorare la respirazione.

Varietà

La pianta del timo ha innumerevoli varietà, qui di seguito ti elencherò quelle più conosciute.

Thymus vulgaris

ll Thymus vulgaris è il più conosciuto e cresce in modo spontaneo nelle terre del Mediterraneo grazie alla presenza di terreni drenati, calcarei e ben esposti al sole.

Struttura

Le foglie hanno dimensioni molto piccole, la loro forma è lanceolata e la colorazione è di un verde che tende alle tonalità del grigio. La foglia si può riconoscere perchè la parte sottostante della foglia ha una leggera peluria.

I fiori sono bianchi o rosati, sempre di piccole dimensioni e la fioritura si può percepire da aprile a fine estate.

Proprietà

Questo tipologia di timo era già utilizzato dagli antichi per le sue proprietà terapeutiche per combattere la tosse e il raffreddore.

In aromaterapia dal Thymus vulgaris viene estratto il timolo che in fitoterapia viene adoperato come fungicida naturale.

Questa tipologia di timo è molto amato dalle api, per produrre un ottimo miele dalle proprietà balsamiche ed espettoranti.


Thymus serpillum

Questa tipologia si trova in terreni drenati, sabbiosi e ben esposti al sole.

Il Thymus serpillum ha un portamento strisciante, creando così un tappeto erboso. Cresce in tutta Europa e in particolare nelle terre del Nord, ma anche nell’area Mediterranea e in Asia. I rami del Thymus serpillum sono più lunghi e lisci rispetto alla varietà Vulgaris. Le altre caratteristiche variano notevolmente a seconda delle condizioni in cui cresce, infatti, a seconda del clima e del tipo di terreno può avere fiori rosa, bianchi o viola e inoltre può cambiare anche la percentuale di olio essenziale all’interno delle foglie.

Proprietà

Il Serpillum è molto utilizzato per la creazione di rimedi naturali. E’ essenziale, ad esempio, per realizzare il vostro unguento balsamico ed espettorante. Vedi ricetta qui “Ricetta Unguento Balsamico-proprietà e benefici”


Thymus citriodorus

Il Thymus citriodorus è una tipologia di timo dal particolare aroma di limone. Rispetto alle altre specie, cresce bene anche in posizione di mezza ombra.

Struttura

Le foglie possono essere verde scuro oppure avere toni che vanno dal giallo intenso al giallo d’orato. I fiori solitamente sono bianchi.

Proprietà

Del Thymus citriodorus si utilizzano in particolare le foglie per insaporire le pietanze grazie al suo intenso aroma di limone.

L’olio essenziale di Timo

Come scritto all’interno del mio post “oli essenziali – doni degli dei”, ecco un piccolo approfondimento, per quanto riguarda l’olio essenziale della pianta:

Nell’800, grazie ad un chimico francese, si scopri, attraverso l’estrazione dell’olio essenziale, il Timolo il principale pricipio attivo della pianta. Quest’ultimo ha proprietà Antibiotiche, Antisettiche, Antibatteriche, Antispastiche e Balsamiche.

Proprietà dell’olio essenziale

Il timo è considerato l’antibiotico della medicina popolare, con la sua miscela di essenze dalle proprietà antivirali e antimicrobiche. Per questo motivo è utilizzato per calmare la tosse. Aiuta quindi a sciogliere il catarro, ed è anche efficace per calmare l’ansia. E’ utile anche per le infezioni di bocca e gola. Aiuta nella cura delle ulcere e della tonsillite, oltre ad avere un effetto positivo sui dolori dentali o gengivali.

Come possiamo utilizzarlo?

Bisogna sempre ricordare che quando utilizziamo gli oli essenziali, bisogna diluirli all’interno di un olio vettore come olio di mandorle o di jojoba. Se vogliamo realizzare un ottimo olio espettorante per i nostri raffreddori , basterà aggiungere qualche goccia di olio essenziale, di timo montano, all’interno dell’olio vegetale/vettore scelto, e con delicatezza massaggiare il petto, per permettere all’olio essenziale di sprigionare tutta la sua fragranza.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami